I.C.F.A.:

ICFA News

Homolgación cattura e la convalida degli eventi.

Galería de fotos:
Nella galleria potrete vedere i bloccaggi fatti dal nostro gruppo degli amici.
Relatos y aventuras:
In questa sezione potrete leggere le storia dei nostri viaggi ed avventure.
Mappa:
La guida più completa per i posti migliori per praticare Carpfishing.
Lugares:
Conosce la pesca dei posti migliore della Spagna.
Publicaciones:
Informarte sugli scomparti nazionali ed internazionali differenti.
Viedos:
Godetevi il video di pesca migliori.
Extremadura

 

Como dice la parola stessa, l´Estremadura ha un clima estremamente infernale. Le estati sono di un caldo insopportabile e gli inverni estremamente rigidi. Tuttavia, forse é proprio questa la caratteristica che rende l´Estremadura il vero gioiello della Spagna. Non solo per la sua alta densita di laghi e fiumi per m2, ma anche per le caratteristiche di ognuno dei suoi laghi. La zona compresa tra di grandi fiumi Guadiana e tajo é ricca di grandi e piccoli laghi, ognuno con eccellenti caratteristiche. In questo articolo vi parleró di tre grandi laghi del Guadiana, tutti situati nelle vicinanze del leggendario lago di Orellana. Sono tutti laghi con caratteristiche che li redono ottimali per la pesca con lámo, il cui potenziale per la pesca in futuro potrá anche superare quello del lago Orellana stesso. Leggermente piú a nord il bacino del fiume Tajo ospita laghi altrettanto favolosi, come quello di Alcantara l´ímmensa riserva del fiume Tajo.

GARCIA SOLA

Il lago di Garcia Sola si trova tra li lago di Cijara e quello di Orellana. É molto piú piccolo degli altri, ma offre condizione incoparabili per pescare all´amo grandi esemplari. É circondato da un paesaggio meraviglioso, con foreste di eucalipto quasi ovunque. É stato completato nel 1962, ha un´enorme e copre un´area di 2550ha. Provenendo da Madrid, la strada piú veloce é la A5 che porta in Portogallo. In porssimitá della cittá di Santa Amalia si imbocca la strada N430 per Ciudad Real. Superata la diga di Garcia Sola, si svola a sinistra dopo aver percorso circa 11 km e imbocca la N502. Da questo punto si possono raggiungere alcune zone consigliate per la pesca all´amo. La prima é una baia vicino ad una passeggiata circondata da eucalipti proprio di fronte al villaggio di Valdecaballeros. Piú avanti, al Km221 in direzione del villaggio di Herrera del Duque, si incontra un vecchio ponte. Anche l´area alla sua destra presenta caratteristiche ottimale la pesca all´amo. Prosquendo per 3 chilometri, al km224 una deviazione conduce al apese di Castiblanco, vicino al quale un´altra baia offre condizioni eccellenti per la pesca all´amo. Un´altra zona molto interessante per questo tipo de pesca si trova in prossimitá del villaggio di Peloche, dopo un punto di imbarco dal lato a monte.Vi sono barbi di dimensioni impressionanti, tuttavia non sono molto numerosi e vengono pescati solo raramente. La popolazione di carpe é mista, ma gli esemplari piú numerosi sono le carpe a specchi. L´esemplare piú grande che sia mai stato catturato ufficialmente é una carpa a specchi di 28 kg.

CIJARA

Il lago de Cijara si trova nella provincia di Estremadura. E´il primo di una catena di tre laghi del bacino del Guadiana. E´stato completato nel 1956, e copre un´area di 6424 ettari. Negli anni ´80 era u vero diamante. In seguito, negli anni ´90, la grande siccitá ha provocato lo svuotamento di molti grandi laghi, con conseguenze devastanti per i pesci e per la pescositá. Grazie alle abbondanti precipitazioni degli ultimi anni, il lago sta ritornando alla gloria di un tempo ed oggi sono nuovamente abbastanza frequenti le catture di esemplari di grandi dimensioni.

PARTE SUPERIORE. Proseguendo sulla N502 che ha portato a Gacia de Sola, raggiungiamo la diga di Cijara. All´arrivo, dobbiamo decidere quale direzione prendere, a seconda della zona nella quale intendiamo pescare. La zona intorno al ponte ed i dintorni del villaggio di Villarta sono zone ideali per la pesca di barbi giganti, soprattutto in primavera, quando i barbi vanno a caccia di piccoli pesci. In questa zona l´aqua é leggermente torbida, perché vicina al punto di immissione del fiume Guadiana e di altri piccoli fiumi. Le sponde sono molto scoscese, con pochi punti di accesso.

PARTE CENTRALE. L´aqua di questa zona, vicino al villaggio di Helechosa del Monte, é tranparente e di media profonditá. E la zona nella quale il lago presenta la maggiore larghezza ed é ricca di spiagge ideali per la pesca alla carpa, altrimenti raggiungibili soltanto in barca. Moltí dei posti migliori per pescare carpe di notevoli dimensioni sono in questa zona. La diga. Naturalmente questo é il posto migliore per pescare d´inverno, con acque trasparenti e profonde. Generalmente gli esemplari pescati non sono di dimensioni particolarmente grandi, ma puó anche capitare di prendere una carpa molto grande. É anche il posto ideale per pescare il barbo gigante.

I DINTORNI DEL LAGO DE CIJARA. É facile raggiungere le rive del lago. In questa zona piccole baie si alternano a punti della riva scoscesi. Anche la profunditá dell´aqua é molto varia, ed in numerosi punti il fondo presenta caratteristiche ideali per offire rifugio a grandi pesci.

LA CARPA. Le carpe non sono particolarmente numerose, soprattutto quelle piccole, poiché queste acque sono ricche di predatori. Gli esemplari di medie dimensioni sono molto rari, e vi sono solamente poche carpe, chesono comunque molto grandi. Consigliamo di utilizzare un´esca molto grande e di avere molta pazienza. Se ci accogiamo che un pesce ha abboccato, dobbiamo essere preparati ad un lungo combattimento, poiché si tratta di pesci molto forti e combattivi.

IL BARBO. I barbi sono i piúi aggressivi di tutta la Penisola Iberica e mordono le esche immobili, ma anche alcuni tipi di esche mobili, quali ad esempio pesci di plastica o esche della marca Blinker. Ci sono moltissimi barbi comizo che pesano da 4 a 7 chili e espesso vengono pescati esemplari di piú di 11 chili di peso.

LA SERENA O ZUJAR

Questo lago rappresenta il futuro per i carpisti in Spagna. Questo gigante é stato compltato nel 1986 e copre un´area di 13.929ha. In questo lago tutto é fuori misura, a cominciare dalla diga, che con i suoi 579m di lunghezza e 88m di altezza é le seconda per grandeza in Europa. Il lago riceve le acqua dagli immissari Zujar e dal canale affluente del lago di Orellana. Pur trattandosi di un lago relativamente nuovo, vi sono state pescate carpe fino a 16kg, di peso, proveniente con molta probabilitá dal canale affluente del lago di Orellana odalle acque del fiume Zujar. Il canale affluente del lago di Orellana oltre alle carpe ha riversato nel lago anche diversi predatori ed il loro nutrimento preferito, il”gambero d´acqua dolce americano”. Possiamo dedurre da tutto ció che entro pochi anni questo lago diventerá la mecca dei carpisti spagnoli. Vi sono anche molti barbi che, pur non essendo particolarmente grandi, sono ttuttavia molto facili da pescare poiché meno aggressivi di quelli lago Cijara. Rimaniamo sulla N430 fino a raggiungere il villaggio di Orellana la Vieja, quindi attraversiamo la diga di Orellana e proseguiamo in direzione del villaggio di Castruera. Circa 6km dopo la diga, imbocchiamo la N413 e prosequiamo in direzione del villaggio di Puebla de Alcocer, dal quale possiamo acceder a tutte le zone del lago.

LA DIGA. Vicino alla diga, due zone ricche di piante acquatiche sembrano formare un tappeto verde che contiene anche numerose ninfee. Questa zona ha una profunditá media. Gli esemplari sono poco numerosi e sono molto grandi e difficili da prendere, poiché tendono a rifugiarsi tra le piante acquatiche.

ALTRE ZONE. É molto difficile orientarsi intorno al lago. Sembra tutto uguale ed i punti di riferimento sono pochi. Uno dei principale é il castello del villaggio di Puebla de Alcocer, situato su una collina vicina al lago, che é visible anche da lotano. Il terreno intorno al lago é in gran parte pianeggiante e presenta soltanto pochi punti disomogenei. Vi sono enormi spiagge lunghe qualche, chilometro, percorribili con normali veicoli, tranne in caso di forte pioggia. Il lago é raggiungible in auto da tre principali punti di acceso che si trovano vicino ai ponti che attraversano i grandi braci del fiume. Il piú centrale si trova tra il villaggio di Puebla de Alcocer e Esparragosa de Lares. Dal villaggio di Esparragosa de Lares proseguiamo in direzione del cimitero. Dopo averlo oltrepassato, raggiungiamo dopo pochi chilometri una grande baia. Alla nostra destra abbiamo la diga e alla nostra sinistra la parte superiore del lago.

Nel villaggio di Alcocer é possiile pernottare all´Hotel “La Codorniz”, tel:942629110. L´hotel ha stanze con bagno, ristorante ed é possible noleggiare stivali. L´uso dei natanti a motore é limitato a 30 HP, come anche nel resto del bacino del fiume Guadiana.

ALCANTARA

Molto vicino con il Portogallo si trova il grande lago del bcaino del Tajo, il lago di Alcantara o lago di José Maria Oriol, come é anche chiamato. É stato inaugurato nel 1969, ha una capacitá di 3162hm e si estende su un´area di 1400ha. É piuttoso difficle fornire informazione generali su questo immenso lago, poiché possiede bracci laterali molto lunghi e si estende per numerosi chilometri, accogliendo diversi immissari. Gran parte della rive solo molto scoscese e nel lago abbodano i gamberetti dácqua dolce americani, che costituisono la dieta base delle grandi carpe e dei barbi.Percorrendo la N%, presso la zona di Trujillo ci immettiamo sulla N521 in direzione Cáceres. Da quel punto abbiamo la possibilitá di scegleire il percoso, a seconda della zona di pesca che intendiamo raggiungere.

PARTE SUPERIORE. Nella zona di affluenza dei fiume Gibranzos e marasco vi é un grande delta che arriva fino al punto di affluenza dei fiume Alagon e Tajo. Si puó accedere alla prima zona svoltando a destra dalla N521 fino a raggiungere il villaggio di Santa Marta de Marasca. Da qui é possible raggiungere le diverse zone di pesca. La seconda si trova vicino al ponto costruito per la strada C524, che unisce i paesi di Cacers e Plasencia. Tutte le sue rive sono facilmente raggiungibili, soprattutto vicino allo yacht club, dove vi sono numerose baie molto intersanti per la pesca.

IL BRACCIO LATERALE DEL FIUME TIETAR. Un altro importante braccio laterale é il punto nel quale affluiscono i fiumi Tietar e Tajo. Si raggiunge questa zona proseguendo sulla C524. Da questa strada é possible accedere alla zona attraverso diversi villaggi. Si trata di una zona ottima per la pesca di carpe e barbi, soprattutto in autunno quando abbondano le grandi carpe.

PARTE CENTRALE. É la zona nella quale il lago é piú largo, vicino al villaggio di Garrovillas. La parte a nord non é raggiungibile, mentre esistono alcuni punti di acceso per la riva a sud. É una zona che presenta eccellenti caratteristiche per la pesca alla carpa, pur l´inconveniente di rimanere impigliati al fondo con l´amo.

PARTE ORIENTALE E DIGA. Si tratta di una zona particolarmente interessante per i pescatori di carpe, e precisamente un punto lungo la diga chimato “los cables”. Tutto il terreno é sabbioso e non si corre il rischio di rimanare impigliati in qualche sporgenza con l´amo. Vi sono numeroso e quindi senza pericolo di rimanere impigliati.

BRACCIO LATERALE DELL´ALAGÓN. L´altro braccio laterale dell´Alcantara é formato dai fiumi Alagón e Arbago. É una zona di pesca ottima per entrambi i tipi di pesce, soprattutto in primavera.

 

CARPA E BARBO. Questo lago é noto soprattutto per gli esemplari giganti di barbo comiza che sono stati pescati nelle sue acqua. É facile pescare esemplari da 3 a 5 chili di peso e sono anche stati catturati pesci di piú di 14 chili. Non é raro pescare carpe di piú di 20 chili, ma é difficile trovarle, se non in primavera ed in invierno.

 

 

SIERRA BRAVA

Ogni carpista in cerca di un lago con un potenziale di grandi carpe sicuramente pescherá nel lago di Sierra Brava, anche soltanto per il fatto che la sua diga é stata completa nel 1994. Il lago si estende un´area di 1650ha e la maggior parte dele sue acqua provengono dal fiume Pizarroso. Questo lago si distingue da tutti gli altri principalmente per il suo fondo pianeggiante. Non vi é quasi alcuna differenza de profonditá e nessuno scalino. La sua profonditá é quindi piuttoso uniforme e non supera quasi mai i 10 metri, ad eccezione di determinati punti mei quali l´acqua puó raggiungere i 20 metri. L´unico inconveniente di questo lago sono le numeroso sporgenze nelle quali é possibile rimanere impigliati con l´amo, poiché, questa zona é stata inondata senza prima elimiare gli alberi della zona, lasciando cosi sul fondo intere foreste di lecci e foreste giovani. Pur trattandosi di un lago di recente formazione, é diventato famoso gía nel 2000, quando sono stati pescati nelle sue acqua esemlpari notevoli di Black Bass. Anche alcuni pescatore di carpe hanno oasto venire a pescare lungo le sue rive, ma, como era prevedibile, i risultati non sono stati propio entusiasmanti. Quasi tutti gli esemplari pescati pesavano da 5 a 1° chili. Successivamente, nel 2001, abbiamo avuto notizia di una carpa di 21 chili pescata nel lago di Sierra Brava, ma non abbiamo dato molta importanza a questa informazione, piché un singolo esemplare non significa molto. Nel 2002 lo stesso gruppo di pescatori ha pescato alcuni esemplari che pesavano da 18 a 22 chili, quasi tutti del tipo de specchi, con forma del corpo e caratteristiche genetiche simili a quelle degli esemplari pescati in Europa centrale. Nel 2003 é scoppiata la febre del lago Sierra Brava e per mesi le sue rive sono state colonizzate da centinaia di pescatori di carpe. Tra la fine del 2003 e l´inizio del 2004 sono state pescate piú di 20 carpe, ognuna di peso superiore a 20 chili. Da llora il lago é divenuto el piú produttivo della Spagna. Oltre ai numerosi esemplari di grandi dimensioni, quell´anno sono stati superati alcuni record. Per la prima volta é stata catturata una carpa a spechci di 23.4 chili e dopo alcuni mesi un ulteriore esemplari di 27.6 chili.

Evidentemente la carpa non proveniva in origine da questo lago e neanche dal fiume Pizarroso, non soltanto per le sue dimensioni, ma anche per le sue caratteristiche genetiche. La tipica carpa locale é una carpa comune con forma del corpo allungata. Gli esemplari pescatti probabilmente provenivano da un vivaio, eran molto alti avevano un ventre enorme. Attualmente vi sono diverse ipotesi e supposizioni circa la loro provenienza, e sarebbe davvero molto interesante svelare il misterio. Ma nessuno é in grado di farlo con sicurezza. In fondo, non é poi cosi importante conoscerne la provinienza. L´importante é che ci siano.

LA DIGA. Come per la maggior parte di tutti gli altri laghi, anche questa diga rappresenta il lugo migliore per la pesca della carpa in inverno. Le rive sono relativamente piane se si considera la loro vicinanza a la diga. Vi sono numerose piccole baie e le rive sono ricoberte di boschetti. La pesca é piuttoso complicata, a causa dell´estensione delle piante sommerse e del conseguente rischio di rimanere impigliati con l´amo in qualche sporgenza. I punti nei quali si puó pescare con una certa tranquillitá sono rari.

PARTE CENTRALE. Questa é la zona nella quale si pesca normalmente e dove vengono presi meravigliosi esemplari. Come punto di riferimento per questa zona possiamo prendere un´isoletta. Il paesaggio sulle rive varia, si va dalla stretta boscaglia in prossimitá della diga agli enorme lecci, che offrono un valido riparo dai raggi cocenti del sole. L´unico grave inconveniente di questa zona, como in tutto il resto del lago, é rappresentato dai numerosi possibli punti di incaglio per l´amo, che potrebbero favri perder le prede. A differenza della parte della diga nella quale l´acqua é transparente, qui l´acqua é leggermente piú torbida e verdastra.

FOCE FIUME PIZARROSO. In un punto, il lago improvvisamente si restringe e sembra quasi divenire un fiume. In questa zona l´acqua é pittosto torbida e vi sono numerose sporgenze che rappresentano un pericolo di incaglio per l´amo. Non sono moltissimi i punti nei quali si puó pescare, tuttavia consigliamo, soprattutto in primavera, di provare la pescare in questo luogo nonostante le sporgenze, poiché questa é la stagione nella quale in questa zona si riuniscono molti pesci.

Licenze di pesca per l´Estremadura

Secc ión de conservación del medio ambiente y la naturaleza

Avda. de Europa, 10 Badajoz

Tel. : 981 184577

Autorizzazione a navigare nel fiume Guadiana

Confederación Hidrografica del Guadiana

C./ Alarcos,2 Planta 6 Ciudad Real

Tel.: 926 212303 Fax.: 926 215013

 

Autorizzazione a navigare nel fiume Tajo

Confederación Hidrografica del Tajo

C./ Augustin de Betancourt,25 28071 Madrid

Tel.: 91 5350500

 

 

Potrete trovare le più informazioni nel Pescare Carpfishing Nº55 il Feb. 2006